Clicca qui per entrare
Casi StudioSpotify Logo

Sport e marketing: i brand si raccontato al MARKETERs Experience

Nov · 5 min. di lettura

Si è svolta ieri la sesta edizione del MARKETERs Experience, il primo evento dell’anno targato MARKETERs club che ha visto come protagonisti tre massimi esperti di comunicazione e marketing sportivo davanti a 350 spettatori, nella suggestiva cornice dell’Aula Magna del Campus Economico Ca’ Foscari di Venezia.

Il “Time to Move” ha riunito giovani appassionati e studiosi di marketing all’insegna dei successi ottenuti e delle nuove strategie comunicative di tre brand leader nel settore dell’abbigliamento e delle calzature sportive. Nell’arco del pomeriggio sono stati esplorati i valori e gli strumenti pratici che hanno condotto queste aziende a conquistare milioni di sportivi e non.

Il valore del gruppo: la campagna “It’s family time” di Tecnica Group

La prima ospite di giornata è stata Arianna Colomnbari, Group Communication Manager di Tecnica Group, corporate che raduna sotto il proprio nome brand specializzati nella produzione di attrezzature per gli sport invernali e le attività outdoor. Un’azienda che punta a creare esperienze sensazionali attraverso prodotti performanti attraverso i brand Blizzard, Rollerblade, Lowa, Moon Boot, Nordica e Tecnica.

Arianna ha presentato ai partecipanti il nuovo progetto di Nordica, brand che ha ricoperto per un lungo periodo il primato nel settore delle calzature invernali nell’arco dei suoi 80 anni di storia, posizione a cui ambisce ritornare. Per raggiungere questo obiettivo, Tecnica Group ha ideato la campagna “It’s family time”, risultato di una strategia di marketing e comunicazione che mira a emozionare i consumatori attraverso lo storytelling. Questi video sono centrati sulla passione, la dedizione e i sacrifici che sottostanno l’impegno sportivo, con la veridicità e la famiglia a fare da fil rouge del racconto. Infatti, tutti gli storytelling narrano storie vere nelle quali l’aspetto famigliare assume un ruolo cardine per coinvolgere e suscitare emozioni nello spettatore.

Qui potete trovare il primo episodio della campagna: Race Life, la storia di Stefano Pizzato, un ragazzo che insegue il suo sogno col sostegno della famiglia.

La nuova strategia di comunicazione di Lotto centrata sulla collaborazione con Matteo Berrettini

Ha fatto seguito lo speech dell’Head of Communications and Digital Sales di Lotto Sport Italia, Stefano Taboga. La storia del brand veneto è ricca di sponsorizzazioni eccellenti: basti pensare a John Newcombe nel tennis o ad Andriy Shevchenko nel calcio per riconoscere l’eccellenza che caratterizza il brand dai suoi albori. Azienda nata per primeggiare in questi due sport, ha saputo espandere i propri orizzonti anche nelle discipline meno conosciute e a scendere in campo nel Lifestyle, tant’è che la brand architecture di Lotto si è articolata su più fronti, senza tradire i suoi valori primordiali: performance, innovazione, tecnologia, style, design, italianità, inclusione, tennis e calcio.

La strategia di marketing che Stefano ha presentato è stata un adattarsi all’emergere improvviso di un talento del tennis.

Nel 2014, Lotto Sport Italia avvia una collaborazione con Matteo Berrettini, sedicenne promessa del tennis, numero 5000 della classifica ATP. Per anni il ragazzo di Roma rimane uno dei tanti tennisti professionisti nella squadra di Lotto.

Negli ultimi dodici mesi però, Berrettini diventa il quarto italiano di sempre a entrare nella top 10, compiendo un vero miracolo sportivo. Qui ha inizio la nuova strategia social e PR di Lotto centrata sulla sua punta di diamante. Berrettini diventa così l’uomo immagine nei profili social, nelle landing page del sito web dell’azienda, una presenza costante agli eventi, apparendo su riviste e schermi televisivi di tutto il mondo indossando sempre la divisa Lotto, venduta in enorme quantità anche grazie all’investimento fatto sui media. Inoltre, la presenza di Matteo coi prodotti Lotto anche fuori dal campo, ha potuto pubblicizzare anche la linea Lifestyle del brand.

La comunicazione digitale e l’innovazione come mezzi per il successo

Il terzo ed ultimo ospite è stato Davide Costanzo, Marketing Manager di Under Armour Italia. Il brand, sta vivendo un momento di forte espansione grazie anche al lancio di due nuovi progetti: UA HOVR per rendere orgogliosi gli atleti che decidono di vestire i loro capi preferiti anche nel tempo libero, e UA Spacesuit, in collaborazione con Team Galactic, la tuta per i futuri viaggiatori nello spazio: un sogno che percorrono insieme.

Davide ha voluto soffermarsi sui temi della comunicazione digitale, della quale lui è stato uno dei precursori nel mondo aziendale, ricordando come il futuro sia già incanalato su questa strada, e della sperimentazione, perché solo avvicinandosi sempre di più alle caratteristiche di ciascun consumatore lo si potrà soddisfare e, per raggiungere questo scopo, occorre prendersi il rischio e assumere il coraggio di provare a essere gli innovatori del proprio mercato.

Da qui, ha ricordato come il Marketing Manager deve essere bravo a costruire un business, ma nel pieno rispetto del brand, chiudendo l’intervento con il caloroso invito di imparare a vivere a fondo il brand per cui si lavora, perché solo così sarà possibile elevarlo e dar vita a progetti indimenticabili.

Presente e futuro: la tavola rotonda con vista sulle Olimpiadi del 2026

Per concludere l’evento, i tre ospiti si sono confrontati su varie tematiche sotto il coordinamento di Alberto Colla, Co-owner e CEO di Claim Brand Industry .

Si è parlato dei valori dello su cui le aziende puntano maggiormente: dall’importanza del team e i vantaggi che Gruppo Tecnica ricava dalla possibilità di collaborare con più brand dello stesso settore; alla pazienza, l’insegnamento, il lavoro e la dedizione che Lotto Sport Italia impartisce nelle sponsorizzazioni che attiva con giovani promesse di molteplici sport, senza dimenticare la ricerca della performance e la fiducia in sé stessi che professa Under Armour. Perché “tutti questi valori”, come riportato da Davide Costanzo, “fanno bene non solo alle aziende, ma soprattutto alla società”.

Infine, immancabile un accenno alle future strategie di marketing in vista delle Olimpiadi Invernali del 2026 che si svolgeranno a Milano e Cortina. I brand hanno sottolineato l’importanza della pianificazione e di quanto sia fondamentale considerare i propri atleti in ogni aspetto che caratterizza una manifestazione come le Olimpiadi.

“Un atleta che va a podio, ci va con la divisa di EA7, essendo lo sponsor del CONI. Il nostro investimento sarà sulla preparazione alle Olimpiadi, sul percorso che ogni nostro atleta farà per arrivare a raggiungere i suoi risultati, gli allenamenti, le gare di avvicinamento, così che una volta sul podio gli spettatori potranno riconoscerlo come un nostro atleta, anche senza che vi sia il brand in mostra”, così Arianna Colombari.

Alcuni articoli che ti potrebbero interessare

Oltre il target: il valore delle persone al MARKETERs Festival 2019!

Nov · 4 min. di lettura

Content Strategy su Pinterest: 5 consigli da Mathilde Jais

Nov · 5 min. di lettura

MARKETERs Experience 2019 – Time to Move

Nov · 3 min. di lettura