Clicca qui per entrare
Casi StudioSpotify Logo

Instagram, potenzialità e nuovi trend: ne parliamo con Veronica Civiero

Mag · 4 min. di lettura

Instagram, potenzialità e nuovi trend

Intervista a Veronica Civiero Digital Manager di Lancôme

Una giornata ricca di spunti, confronti e nuove idee: la seconda edizione del MARKETERs Festival è stata un’importante occasione per aggiornarci sugli ultimi trend del digital marketing. A Treviso, lo scorso 25 novembre, erano presenti oltre 600 professionisti del digital marketing, pronti a confrontarsi sui temi più rilevanti per il nostro settore. Presenti i manager e professionisti di alcune delle realtà più importanti del mercato mondiale: Google, Vodafone, Diadora, Sky, Zalando, L’Oréal, Groupon, PwC, Banca IFIS, Satispay.

Noi ci siamo rivolti con profondo interesse al mondo di Instagram, una piattaforma che registra una continua crescita e che mostra potenzialità sempre più interessanti per le aziende che desiderano aumentare la propria notorietà e attrarre nuovi utenti verso il proprio business.
Abbiamo colto l’occasione per parlarne con Veronica Civiero, Digital Manager di Lancôme ed esperta di Instagram.

Instagram si sta rivelando sempre di più il canale prediletto dai brand per comunicare i propri prodotti. Per quale motivo, secondo la tua esperienza, è importante che le aziende si affidino a questa piattaforma in un’ottica di comunicazione integrata?

Instagram è un social che dà la possibilità di veicolare contenuti multimediali in altissima qualità e adesso con le Instagram Stories è possibile avere il 100% dell’attenzione da parte del consumatore. Sono contenuti a schermo intero, particolarmente apprezzati perché possono essere estremamente coinvolgenti, e in una situazione di mercato attuale di “Banner Blindness”, in cui i consumatori sono talmente abituati alle inserzioni da non farci più caso, Instagram e le Stories offrono una maggiore possibilità di engagement, quindi è consigliabile investire su questo canale proprio perché l’attenzione in questo momento è molto alta.

Facciamo un po’ di chiarezza sugli hashtag: qual è la loro reale utilità nell’indicizzazione di un post?

Gli hashtag ci sono utili per due motivi, prima tutto per una questione di tipo legale. Se sono in atto delle collaborazioni con blogger o influencer a cui viene chiesto di sponsorizzare un contenuto, è necessario riportare degli hashtag che riferiscano questa collaborazione. Secondariamente, sono fondamentali perché fungono da collante e da calamita per attrarre e ampliare la nostra audience. Nel momento in cui utilizzo una parola che viene ricercata dagli utenti perché interessati a quella tipologia di contenuto, posso entrare in contatto con chi prima non mi conosceva, aumentando esponenzialmente le possibilità di accrescere e interagire con il mio pubblico.

Influencer: secondo te, in quale fase della brand awareness è opportuno ricevere il loro supporto?

È molto soggettivo, dipende dalla tipologia di brand. Conosciamo aziende che con una sola strategia di influencer hanno avuto successo immediato, altre li hanno utilizzati in momenti diversi della loro strategia. Dal mio punto di vista, una strategia, anche iniziale, con dei micro influencer può sicuramente aiutare a creare un primo importante fermento intorno al brand, che può portare la fan base a crescere nel tempo.

Secondo te, quanto è fondamentale che un’azienda si lasci affiancare da professionisti del web anziché seguire le attività di digital marketing dall’interno senza una vera conoscenza degli strumenti del web?

Dipende in parte dalla conoscenza che si ha del proprio mercato, in parte dalla conoscenza stessa dei social network. Alcune aziende magari non hanno ancora una piena consapevolezza delle potenzialità che i social possono avere sulla propria fetta di mercato, quindi in questi casi è sempre meglio affidarsi a dei professionisti. Nel momento in cui le risorse in azienda maturano una conoscenza approfondita del proprio settore e del modo in cui questo comunica nel mercato digitale, è sempre possibile internalizzare le competenze per ottimizzare costi e tempi.

Guardiamo al futuro di questa piattaforma: come si evolverà Instagram nel 2018, quali saranno secondo te i trend?

Io penso che Instagram si evolverà nella direzione dei contenuti real time. Continueranno ad essere facilitati e ad avere maggiore visibilità i video in diretta e sarà sempre più facile connettersi con gli utenti: saremo sempre più facilitati a trovare Stories e contenuti vicini a noi, attraverso nuove features della piattaforma. Da parte di Instagram sicuramente ci sarà una pulizia sempre più accurata dei profili e dei follower fake, per ottimizzare e migliorare l’esperienza degli utenti sulla piattaforma.