Clicca qui per entrare
Casi StudioSpotify Logo

Due importanti spunti che abbiamo assimilato al MARKETERs Day

Mag · 2 min. di lettura

Due importanti concetti che ogni marketer dovrebbe sapere

E che il MARKETERs Day ci ha ricordato Creare per condividere un’emozione, creando nel tempo un valore inestimabile. Questo in generale è stato il concetto veicolato lo scorso venerdì 16 giugno al MARKETERs Day 2017, l’evento dedicato agli appassionati e agli operatori del marketing digitale. Un evento informale, unico nel suo genere, che ci ha portato esempi di come il web e il potere della condivisione possano unire infinite persone intorno a un evento, un’emozione, un’idea.

Nella prima fase dell’incontro, Fabio Zaffagnini, ideatore del Rockin’ 1.000 ha raccontato com’è nata e si è sviluppata l’apparentemente irrealizzabile idea di portare la sua band preferita, i Foo Fighters, nella sua città, radunando mille musicisti affinché li convincessero, in un evento più unico che raro, a far tappa in Romagna. Il Rockin’ 1.000 a occhi inesperti può sembrare un gioco dettato dalla passione, ma in realtà la strategia di marketing a monte, come ci hanno spiegato, si è rivelata di una complessità unica, ha richiesto step di volta in volta più impegnativi, e per portarla a compimento ci è voluto più di un anno. L’esperienza insegna che il successo di questa grande operazione è stata sicuramente la strategia, ma senza perseveranza, senza passione, senza coinvolgimento o fiducia nelle proprie azioni, probabilmente certi risultati non sarebbero mai stati raggiunti. Primo insegnamento della giornata: se puoi sognarlo, puoi farlo. E se ci credi davvero, nulla ti separa dal tuo obiettivo!

Chi di condivisione ne parla tutti i giorni perché il tasto “Condividi” lo hanno inventato loro, ovvero Facebook, ha messo in luce le novità che cambieranno la user experience sul social blu. Paolo Picazio, Global Marketing Partner di Facebook Italia, ha raccontato gli scenari futuri e le frontiere che Zuckerberg vuole raggiungere e oltrepassare. Un maggiore utilizzo dell’intelligenza artificiale, per venire incontro ai non vedenti o udenti; lavorare sulla realtà aumentata, cosa che si sta già facendo con gli Avatar, in sperimentazione, e ultimo ma non meno importante, una “missione umanitaria”, quasi, ossia portare internet nei paesi in via di sviluppo.

Questi due temi bastano a tracciare le fila di un discorso che poi nel pomeriggio ha visto protagonisti Harley Davidson e lo YouTuber Cane Secco: il web, per sua natura, connette. È uno strumento che, se usato nel modo corretto, può unire migliaia di persone intorno a un’idea. Cosa fa la differenza? Noi. Altro insegnamento della giornata, che racchiude un po’ tutta la filosofia dei marketers: “Il fallimento è un valore. Se non ti assumi un rischio non imparerai mai nulla”.