Clicca qui per entrare
Casi StudioSpotify Logo

Are They Only Data: perché il successo di ogni strategia parte dai dati

Lug · 4. min di lettura

Giovedì 4 luglio si è svolto il secondo appuntamento di PalazzinaTalks, il ciclo di incontri firmato PalazzinaCreativa che intende fare cultura sulle tematiche inerenti la comunicazione, il marketing e il design. In questo incontro – Are They Only Data – abbiamo trattato con alcuni esperti del settore il tema della Business Intelligence e dell’importanza dei dati nel settore del marketing e della comunicazione.

A portare le proprie competenze ed esperienze, Andrea De Rossi, Matteo Mazzalveri e Marco Sofia, esperti di Business Intelligence presso ITReview che – da oltre dodici anni- offrono un supporto completo e misurabile alle aziende attraverso una massima valorizzazione dei dati.

MATTEO MAZZALVERI – il dato come punto di partenza

Ad aprirci la strada di questo percorso fatto di numeri, grafici e dati è Matteo Mazzalveri, BI Consultant presso ITReview. Con il suo intervento abbiamo esplorato le potenzialità di una strategia aziendale basata sull’analisi e la comprensione del dato. Viviamo in un’era in cui siamo circondati da una moltitudine di informazioni provenienti da qualsiasi fonte, potremmo riempire interi fogli di calcolo e costruire infinite tabelle pivot con la quantità di dati a cui possiamo attingere per le nostre attività. Ma quantità non è sinonimo di qualità, e noi non possiamo limitarci a raccogliere dati, questi devono essere immagazzinati, puliti e, infine, certificati. Per ottenere delle informazioni utili per il nostro business non possiamo affidarci al dato in sé ma dobbiamo affidarci al suo valore intrinseco.

“Il mondo dei dati è un universo più vasto di quello che si pensa. La quantità non ci interessa, è importante riuscire a ricavarne le informazioni importanti per il nostro business.”

MARCO SOFIA – Parlare la stessa lingua dei dati

Dalla raccolta del dato alla sua interpretazione, come si parla la lingua dei dati?

Marco Sofia, Data Literacy Consultant presso ITReview ci introduce il concetto di Data Literacy: la capacità della forza lavoro di un’azienda di leggere, analizzare, utilizzare e comunicare i dati.

I dati sono per natura eterogenei, proprio perché nascono da sorgenti diverse e – di conseguenza – sono scritti con linguaggi diversi, è quindi essenziale creare un database omogeneo e coerente. Il processo – come spiega Marco Sofia- parte dalla raccolta del dato grezzo, per passare successivamente ad una fase di aggregazione delle informazioni e, infine, arrivare alla comunicazione del dato attraverso info-grafiche e strumenti di visualizzazione. Il flusso di dati raccolti viene quindi incanalato in un unico contenitore, dopodiché determinate tecnologie trasformano i dati provenienti da fonti diverse in dati comprensibili, in grado di comunicare tra loro e trasmetterci informazioni utili.

“Anche il dato necessita di essere visualizzato gerarchicamente, per raccontare molte cose in brevissimo tempo.”

ANDREA DE ROSSI – I dati alla base di solide strategie

“Senza dati sei solo un’altra persona con un’opinione”.

È con questa citazione di Edwards Deming che Andrea De Rossi, Business Intelligence and Data Visualization Senior Consultant presso IT Review, apre il terzo speech della giornata.

De Rossi ci racconta il ruolo fondamentale che il dato riveste nel mondo della comunicazione e nelle business strategies aziendali. Le strategie non possono durare anni poiché il cambiamento è rapido e incessante, ogni strategia va rivista stagione per stagione perché i modi di approcciarsi al mercato cambiano in base ai dati che abbiamo a disposizione. In questo senso, gli strumenti di Data Analytics sono validi alleati, perché è solo grazie all’analisi dei dati che un’attività può cambiare prospettive e spingersi oltre, connettendo mondi apparentemente diversi tra loro e valorizzando il proprio lavoro.

“Con uno strumento di data analystics possiamo connettere mondi apparentemente diversi tra loro. Questo tipo di tecnologia permette di cambiare la prospettiva e valorizzare il lavoro.”

Cosa portiamo a casa da questo secondo appuntamento con PalazzinaTalks?
  • Non basta raccogliere i dati, questi devono essere interpretati, compresi e spiegati per riuscire a ottenere informazioni veramente utili per il nostro business.
  • La giusta concezione e comprensione del dato determina il successo di una strategia a 360 gradi.
  • Analizzare il dato diventerà una competenza sempre più necessaria. Una maggior competenza nella lettura dei dati conduce ad un maggior profitto aziendale. 

Ci vediamo al prossimo appuntamento!