Clicca qui per entrare
Casi StudioSpotify Logo

Amazon Web Services: funzionalità e vantaggi

Ott · 5 min. di lettura

Amazon Web Services è la piattaforma cloud più completa e utilizzata del mondo e offre più di 165 servizi a livello globale.

Cos’è il cloud?

Il cloud è la diffusione di servizi come server, risorse di archiviazione, database e molto altro tramite Internet (“il cloud”), per offrire novità rapide e risorse adattabili alle proprie esigenze del momento.

Si paga solo per i servizi utilizzati salvaguardando i costi operativi (MANUTENZIONE).

Si avrà, quindi, un’infrastruttura efficiente ridimensionata sulla base delle proprie esigenze.

Perché e nato il cloud?

Prevedere il futuro è impossibile.

Non sapendo quindi di cosa avremo bisogno, ci troviamo ad adattare la nostra infrastruttura sulla base dei bisogni attuali i quali, però, variano nel tempo e, di conseguenza, molto spesso siamo costretti ad apportare modifiche scontrandoci con un inevitabile dispendio economico in termini di miglioramento, aggiornamento e/o manutenzione.

I punti sopra elencati sono essenziali per capire come il cloud possa aiutarci ad essere operativi in tempi brevi, senza dover investire grosse somme di denaro per l’acquisto iniziale della nostra infrastruttura e conseguente manutenzione/aggiornamento.

Avremo, quindi, un’infrastruttura “on demand” (a richiesta) che potremo migliorare con un semplice click.

I vantaggi di Amazon Web Services

  • Facilità d’uso: AWS è veramente facile da usare, possiamo essere operativi con un qualsiasi servizio messo a disposizione da loro, in brevissimo tempo.
  • Flessibilità: AWS garantisce un’ampia gamma di servizi a prezzi competitivi e permette di selezionare e configurare in modo specifico ogni funzione, soddisfacendo anche le esigenze dei più esperti.
  • Convenienza: I costi si basano sulle risorse utilizzate senza dover stipulare contratti a lungo termine o impegni anticipati.
  • Affidabilità: è possibile sfruttare al massimo la scalabilità, l’affidabilità e la sicurezza offerte dall’infrastruttura.
  • Scalabilità e prestazioni elevate: si avrà sempre un’applicazione ridimensionata per le proprie necessità.

Suddivisione della struttura di Amazon Web Services

L’infrastruttura di Amazon Web Services è suddivisa per aree geografiche a livello mondiale.

Ogni regione ha, al suo interno, le availability zone: zone indipendenti l’una dall’altra, pensate come dei veri e propri sistemi di backup per la prevenzione di eventuali malfunzionamenti.

Quindi, se un guasto colpisse la zona da noi scelta, la nostra applicazione resterebbe online perché verrebbe servita una copia di essa proveniente da un’altra zone in quella stessa regione.

I diversi tipi di servizio: SaaS, PaaS e e IaaS

SaaS (Software as a Service)

È la tipologia di servizio più completa e, per utilizzarlo, non sono richieste particolari conoscenze informatiche. Con i servizi SaaS non si ha alcun bisogno di scaricare o installare software, i servizi vengono erogati semplicemente attraverso una connessione internet.

I servizi SaaS non sono altro che semplici programmi che possiamo utilizzare senza scaricarli frequentemente come abbonamento, come ad esempio:

  • Microsoft Word online
  • G Suite

PaaS (Platform as a Service)

Il PaaS può essere inteso come un servizio che collega le applicazioni (SaaS) a quelle (IaaS).

Il fornitore del servizio (in questo caso AWS) si occupa di tutto ciò che riguarda l’hardware: guasti, manutenzione, aggiornamenti. L’utente dovrà, invece, installare il sistema operativo necessario e occuparsi dello sviluppo della sua applicazione.

Al contrario dei servizi SaaS, i servizi Paas richiedono solide basi informatiche.

I servizi PaaS sono dedicati a chi vuole un ambiente di sviluppo senza la responsabilità della gestione hardware, sfruttando la scalabilità dinamica e l’automazione dei backup. Ecco alcuni esempi:

  • Amazon Relational Database Service (RDS);
  • Amazon DynamoDB; 
  • Amazon API Gateway;
  • Google Cloud App Engine;
  • Google Cloud SQL;
  • Google Cloud Datastore, ecc.

IaaS (Infrastructure as a Service)

IaaS è l’infrastruttura alla base di qualsiasi servizio cloud.

Amazon Web Services offre un hardware virtuale (CPU, RAM, spazio e schede di rete) attraverso un’infrastruttura fisica la cui manutenzione non è a carico dell’utente finale. 

Questo servizio richiede competenze informatiche pregresse, infatti viene scelto solo da amministratori di sistema/sistemisti.

I costi di fatturazione si basano solamente sul tempo di utilizzo senza canoni fissi.

L’utente si occuperà di tutto: avrà il server a sua disposizione e potrà gestire come meglio crede le risorse, impostando autonomamente i backup ecc. Ecco alcuni esempi:

  • Amazon Elastic Cloud Compute (EC2);
  • Amazon Simple Storage Service (S3);
  • Amazon Virtual Private Cloud (VPC);
  • Google Cloud Engine;
  • Google Cloud Storage.

Nel prossimo capitolo parleremo delle certificazioni Amazon Web Services, cosa sono e come ottenerle e approfondiremo, anche, tre dei servizi AWS più utilizzati.

[Photo credits: Versprite]

Alcuni articoli che ti potrebbero interessare

Sport e marketing: i brand si raccontato al MARKETERs Experience

Nov · 5 min. di lettura

Oltre il target: il valore delle persone al MARKETERs Festival 2019!

Nov · 4 min. di lettura

Content Strategy su Pinterest: 5 consigli da Mathilde Jais

Nov · 5 min. di lettura